«La pasticceria è come la moda: l’innovazione senza la tradizione non esiste». Ernst Knam

Torte e crostate della tradizione, nuove mode come l’Alphabet cake, semifreddi e profiterole; riuscire a destreggiarsi nella galassia della pasticceria risulta essere una vera e propria impresa, soprattutto se il settore pastry si rivela il più creativo e dinamico a livello del food mondiale.

Il modo migliore per cercare di orientarsi in un panorama in vero e proprio fermento è guardare ancora una volta alle tendenze d’Oltralpe, da sempre fonte di innovazione e principale punto di riferimento per la pasticceria. Come afferma il maestro Iginio Massari, in Francia «c’è un grande ritorno ai classici. Pur rinnovati nell’estetica e migliorati nella tecnica e negli ingredienti. Finito il tempo dei colori sgargianti e delle composizioni barocche, un po’ ovunque è un trionfo di linee pulite e colori moderati e naturali».

La nuova pasticceria deve saper dunque unire l’esotico al tipico, trasformando le ricette tradizionali in una vera e propria esplosione di sapori totalmente nuovi.

Ma non solo: negli ultimi anni l’attenzione per il cibo è cresciuta sempre di più, aumentando così la consapevolezza dei consumatori. Come già accaduto per la cucina, anche per la pasticceria le nuove tendenze portano verso una maggiore ricerca della qualità delle materie prime e una maggiore valorizzazione delle peculiarità territoriali.

Dunque, quello che sembra attenderci è una ripresa della tradizione unita all’innovazione e alle tendenze del momento, con un occhio sempre rivolto alla territorialità e a una maggiore qualità delle materie prime.

E cosa c’è allora di meglio che dare un volto nuovo a un dolce tradizionale con la nostra nuova gamma di fiori edibili totalmente naturali e commestibili? Con il loro gusto delicato e quasi impercettibile, sono adatti a esaltare forma, bellezza e stile di ogni tipologia di dolci. Se ancora non li conoscete, sfogliate il nuovo catalogo!